Calendario eventi

«   Giugno  2017   »
Oggi
LunMarMerGioVenSabDom
   1234
567891011
12131415161718
19202122232425
2627282930

L'Osservatorio è aperto tutti i sabati dalle ore 21.15, se non diversamente specificato nel calendario.


Warning: file_get_contents(http://apod.nasa.gov/apod/astropix.html) [function.file-get-contents]: failed to open stream: Unable to find the socket transport "ssl" - did you forget to enable it when you configured PHP? in /usr/local/www/77.223.1.58/osservatoriosoresina.it/common/code/apod.php on line 3

Warning: strpos() [function.strpos]: Offset not contained in string in /usr/local/www/77.223.1.58/osservatoriosoresina.it/common/code/apod.php on line 5

Foto astronomica del giorno

Astronomy picture of the day

Per le scuole

Il Gruppo Astrofili Soresinesi è disponibile per visite guidate di scolaresche presso la struttura dell'Osservatorio per una o più lezioni su argomenti da concordare con gli insegnanti e per l'osservazione diretta del cielo con i telescopi. Su richiesta degli insegnanti è inoltre possibile organizzare sessiori osservative diurne del Sole (solo il Sabato mattina) o notturne (preferibilmente il Venerdì) del Cielo con la strumentazione del Gruppo Astrofili direttamente presso la Scuola. È infatti uno degli scopi del Gruppo Astrofili Soresinesi la diffusione delle scienze astronomiche al pubblico e, in particolare ai più giovani, come complemento all'attività didattica svolta in aula.

L'astronomia è una delle scienze più complete e interdisciplinari, in quanto coinvolge aspetti scientifici (fisica, matematica, chimica) ma anche aspetti umanistici (filosofia, storia, letteratura). È perciò un'esperienza estremamente istruttiva avvicinare i ragazzi a questa disciplina, per farli crescere sia dal punto di vista culturale che dal punto di vista umano. Sapere e capire che posto occupiamo nell'Universo aiuta anche a capire quanto di prezioso abbiamo sotto i nostri piedi e di conservarlo e prendercene cura. A questo proposito riportiamo un passo di Rita Favenzano, psichiatra di Milano:

"...Credo che l'astronomia sia molto più che una scienza. La mia personale esperienza e le lunghe riflessioni che ho fatto sulla mia infanzia durante l'analisi personale e il lavoro quotidiano con le storie di tante diverse persone, mi ha fatto capire che l'astronomia è una forma di educazione etica fondamentale alla tolleranza, al rispetto e alla dignità umana.

Far guardar le stelle a un bambino piccolo dentro a un telescopio, mostrargli una mappa celeste, raccontargli come nascono e come finiscono i mondi, significa spiegargli molto di più che un insieme di utili conoscenza, significa dargli un posto nel mondo, un compito, seppur piccolissimo, sulla Terra, significa dargli il senso dell'enorme dignità di far parte, minuscola ma importantissima parte, di uno spettacolo di infinita intelligenza, semplicità e bellezza.

Ricordo mio padre prendermi in braccio, posare una piccolissima briciola di pane sul tavolo della cucina e poi dirmi "se la Terra fosse grande così, la prima stella sarebbe distante come un'altra briciolina messa su un tavolo di una cucina di Roma" e io a guardare la briciolina e a pensare che la mia vita si sarebbe svolta tutta su quella briciolina e a pensare a tutte le altre bricioline lontane lontane, a sentirmi insieme piccolissima e orgogliosissima di appartenere a una briciolina del cielo. Questo orgoglio del piccolo vorrei che lo insegnassero a tutti i bambini della Terra, come il più fondamentale diritto umano. Insegnarlo significherebbe insegnare che la pace e la tolleranza fra gli uomini e le donne di questo pianeta è il nostro unico vero compito della vita..."